Lorenzo e il pilota della Ducati hanno dato vita a una finale stupenda, giocata sul filo dei decimi. Melandri ha pagato caro due partenze imperfette. Marcucci è stato perfetto vincendo la finale 2-0. Superti sul podio.

Lorenzo Marcucci e Marco Melandri hanno dato vita a una finale eccellente all’Area 48 del Motor Show di Bologna, con il primo dei due che ha vinto la finale del Trofeo Angelo Caffi dedicato alle vetture NASCAR Whelen Euro Series.

Carica lettore audio

Le due manche della finale per il 1° e il 2° posto sono state molto equilibrate, con Marcucci capace di battere il ravennate della Ducati Superbike per pochi decimi e di approfittare di un paio di sbavature in partenza dell’avversario.

Nella prima manche della finale per il primo e secondo posto, Marco Melandri ha commesso un errore in partenza, perdendo subito 3″3 al primo giro. Nei due successivi ha spinto forte per recuperare, ma ha perso la prima manche per appena 1″. Bravo Lorenzo Marcucci a spingere forte per assicurarsi la prima gara approfittando dell’errore dell’avversario.

Nella seconda Melandri ha stallato nuovamente ed è stato costretto a rimontare nuovamente e anche in questo caso Lorenzo Marcucci è stato molto bravo a spingere forte nei due giri restanti, vincendo la manche per appena 15 centesimi. Marcucci ha legittimato la vittoria vincendo la gara 2-0 nei confronti di Melandri, ma è stata una delle gare più belle della settimana grazie all’equilibrio in pista e ai bei numeri fatti dai due protagonisti della finale del Trofeo Angelo Caffi.

Nella prima manche della finale per il terzo e quarto posto Massimiliano Lanza è subito finito in testacoda al primo dei tre giri previsti, spalancando le porte della vittoria nella prima frazione a Marco Superti, il quale non ha dovuto fare altro che condurre sotto la bandiera a scacchi la sua vettura.

Nella seconda, decisiva manche per definire chi dei due contendenti avrebbe conquistato il podio e chi invece avrebbe dovuto abbandonare le proprie velleità di portare a casa una coppa del Trofeo Angelo Caffi, Marco Superti ha legittimato la sua prima vittoria nella finale per il 3° e 4° posto conquistandola, in una gara senza storia.

Il podio è dunque stato completato da Superti, che ha così condiviso il podio con Marco Melandri e Lorenzo Marcucci. Solo quarto posto per Massimiliano Lanza, è stato comunque autore di una buona giornata nonostante il podio sfumato.